Stare tante ore davanti ad uno schermo ti crea fastidio agli occhi?

Colpa della luce blu!

Forse ne hai sentito parlare anche tu dei rischi collegati alla luce blu emessa dagli schermi degli strumenti tecnologici.

Definita spesso come pericolosa e fonte di malessere per chi vi
entra in contatto. I disagi più frequenti sono:

Tavola disegno 4 copia 2

Ansia

Tavola disegno 4 copia

Insonnia

Tavola disegno 4 copia 3

Irritabilità

Tavola disegno 10

Occhi Rossi

Tavola disegno 4 copia 4

Mal di testa

Tavola disegno 4 copia 5

Secchezza oculare

Tavola disegno 4

Poca Concentrazione

risolvi definitavemente questo problema
con gli occhiali blueblock!

Ora disponibili qui nello studio a Lecco.

Ma esattamente che cos’è la luce blu e quali rischi comporta?

La luce blu è una forma di radiazione elettromagnetica (con una lunghezza d’onda tra 380 e i 500 nanometri) che proviene da qualsiasi tipologia di fonte luminosa, naturale o artificiale. Tra le fonti artificiali possiamo considerare tutti gli schermi LCD e LED. La particolarità di questa luce è che ha una lunghezza d’onda più corta, di conseguenza la sua energia risulta superiore. 

Questa proprietà è stata sfruttata da una serie di dispositivi che fanno parte della nostra quotidianità, per aumentarne le prestazioni: dalle luci a LED a tutti i device come smartphone, tablet, computer e TV.

La luce blu è presente in modo naturale nel sole. Tuttavia, mentre per lungo tempo siamo stati esposti a questo tipo di luce solo durante il giorno, oggi, attraverso gli strumenti tecnologici, abbiamo iniziato a esserne esposti anche nelle ore notturne. Questa nuova abitudine comporta dei rischi importanti che sono oggetto di approfondimento.

Nonostante sia una materia di studio piuttosto nuova, tutti gli oftalmologi ritengono che uno dei principali rischi provenienti dalla luce blu è quello di mandare fuori fase il ritmo circadiano che regola le nostre giornate.

Questa luce, infatti, potrebbe sopprimere la produzione di melatonina, cioè un ormone che influenza il ciclo sonno-veglia. Di conseguenza, potremmo avere effetti indesiderati che portano a insonnia, oltre a una maggiore irritabilità e ansia.

Ogni persona dovrebbe dormire circa otto ore a notte. Con il diminuire di questo lasso di tempo, si tende a essere più sedentari, una condizione che porta a un esercizio fisico minore e a un aumento dell’appetito. La conseguenza diretta è un aumento di peso che, in casi estremi, può comportare obesità e rischi sempre più elevati come infarto e diabete.

Oltre all’insonnia e ai problemi correlati che si possono avere, diversi studi dimostrano che la luce blu potrebbe comportare danni diretti agli occhi, anche preoccupanti.

Prima cosa, si può andare incontro a danni visibili che sono spesso causa di infiammazioni a livello di congiuntiva e cornea. Di conseguenza noteremo sintomi come secchezza oculare, arrossamento degli occhi e anche emicrania.

I danni maggiori, però, possono riguardare la degenerazione maculare senile, che colpisce la parte centrale della retina.

Va precisato, comunque, che l’occhio umano possiede già una naturale difesa contro la luce blu. Il restringimento delle pupille o lo sbattere delle palpebre, ad esempio, sono risposte automatiche sempre efficaci.

L’indebolimento dell’occhio a causa della luce blu, però, potrebbe inficiare anche questo meccanismo di auto-difesa.

Un’eccessiva esposizione, come visto, può comportare dei rischi importanti che bisogna affrontare.

Per fare qualcosa contro le problematiche che possono derivare dall’esposizione alla luce blu, una delle opzioni è quella di ridurre sensibilmente l’uso degli strumenti digitali, e oltre a questo anche andare a fare spesso delle pause. Distogliere lo sguardo dal dispositivo e fissare un oggetto lontano per un po’ di tempo consentono ai muscoli degli occhi di rilassarsi.

Inoltre, sarebbe opportuno anche mantenere i dispositivi a una giusta distanza e, per facilitare la lettura, è meglio preferire caratteri più grandi. Altre buone abitudini sono quelle di regolare la luminosità dello schermo e di preferire colori di sfondo più tenui ad altri brillanti.

Appurati i rischi di insonnia connessi ad essa, risulta importante evitare di posizionare gli strumenti elettronici in camera da letto e spegnerli almeno un’ora prima di coricarsi.

Esistono poi due azioni importanti che possiamo effettuare per ridurre i rischi:

  • Attivare filtri sui dispositivi.

Soprattutto gli smartphone più recenti posseggono già questa funzione all’interno delle impostazioni, altrimenti è possibile scaricare facilmente alcune App che prevedono anche una regolazione programmata in base all’orario.

  • Utilizzare occhiali con filtro per la luce blu.

Si tratta di lenti particolari, lievemente giallognole, che vanno a filtrare la luce degli schermi. I pareri riscontrati sono positivi e gli effetti per gli occhi molto benefici.

L’utilizzo degli occhiali con protezione luce blu permette di non affaticare troppo la vista quando si fissano degli schermi. Insomma, potrete evitare i classici occhi rossi e anche qualche fastidioso mal di testa. Il contrasto delle luci e dei colori filtrati attraverso la lente renderà il vostro lavoro o, più in generale, la vostra attività maggiormente confortevole. La vostra visione avrà una maggior nitidezza.

Gli occhiali con protezione luce blu possono aiutare anche alla guida. È sempre più facile, infatti, imbattersi in vetture che utilizzano fari con luci molto fredde (ad esempio con i fari allo xeno) che rischiano di infastidirvi anche se non usano gli abbaglianti. La protezione contro la luce blu potrà attenuerà lo shock visivo.

Gli occhiali anti-luce blu sono ausili ottici progettati per aiutarci contro i rischi esposti in precedenza. Grazie a uno speciale trattamento, le lenti sono in grado di filtrare una percentuale (che può essere variabile in base alla lente) sul totale della luce blu che raggiunge la retina.
Il filtro di protezione per la luce blu viene spesso associato a lenti chiare, in modo da poterle utilizzare per svolgere le attività quotidiane. Vengono, infatti, spesso indossati da chi lavora al pc o da persone che, per forza di cose, sono costretta a fissare schermi accesi per buona parte della giornata.

Ecco alcuni dei modelli sempre presenti nello studio ottico!

Questi occhiali sono selezionati direttamente da noi: studio ottico Suisse Optique di Lecco!

I nostri occhiali che filtrano VERAMENTE LA luce blu sono al prezzo promozionale di...

47€

5/5

Selezionati e Garantiti da Suisse Optique 

Se già conosci noi di Suisse Optique, sai che ci teniamo moltissimo ai nostri clienti, per questo, compreso nel prezzo degli occhiali riceverai:

Come fare per averli?

Ti basta prendere appuntamento nel nostro Studio qui a Lecco in Via Montegrappa 10, tramite il modulo qui sotto: in questo modo riserverai la tua promo a 47€, compresa dei bonus. 

(non ti preoccupare, se la montatura non ti piace non sarai obbligato ad acquistare nulla!)

RICHIEDI L'APPUNTAMENTO PER LA PROMO

L’appuntamento è obbligatorio per non creare assembramenti in negozio.

Suisse Optique è il primo e unico Studio Ottico Optometrico a Lecco Certificato specializzato nella presbiopia e per questo è sinonimo di garanzia per il tuo benessere visivo dopo i 40 anni.
ADMIROR SRL
Viale Montegrappa, 10/i 23900 Lecco (LC)
P.iva 03805440132

IL TEST DELLA LENTE PERFETTA ©

Rispondi alle domande per proseguire nel test, cliccando sull’opzione che ti identifica.

[surveyslam id=1416]

Ottimo, devi solo completare i campi qui sotto e premere il bottone.

Ottimo, devi solo completare i campi qui sotto e premere il bottone.

Concorderai una data e un orario direttamente con un membro del nostro Staff